Il mio Calendario dell’Avvento: 10 Dicembre 2022

Amani ha 16 anni, quando con la motivazione di regolarizzare il passaporto per incominciare a lavorare in un negozio di Bassano del Grappa, sua madre la riporta in Siria, la loro patria di origine . Essendo partita che aveva solo tre anni, della terra in cui era nata, non ricorda nulla e l’idea di rivederla per cinque giorni la entusiasma.

“Avevo sedici anni ed ero curiosa…La Siria di Damasco, la più antica città del mondo, la Siria dell’Eufrate e delle civiltà studiate sui libri di scuola. La Siria del deserto, che ero certa mi avrebbe affascinato con i suoi colori e i suoi silenzi.”

Dietro il viaggio si cela però l’inganno del matrimonio combinato con un cugino più vecchio di lei. Amani resiste alle violenze fisiche e psicologiche che le vengono imposte per ben un anno, fino a quando, grazie all’intercessione di un cugino professore universitario ad Aleppo, riesce a rientrare in Italia. Ora la ragazza ingannata e impaurita di SIRIA MON AMOUR ha lasciato spazio a una giovane donna e madre di Vittoria! SULLA NOSTRA PELLE racconta gli incontri di Amani con le ragazze i ragazzi delle scuole a cui descrive la sua esperienza. La sua voce però si amplifica e diventa la voce di Sara, Saman, Giulia , Dorina, Gabriela…di tutte quelle donne che la violenza maschile ha soffocato e spento.

“Quando ero trattenuta in Siria, ho trovato sempre profondamente ingiusto quello che mi stava accadendo. Questo mi ha dato la forza di ribellarmi, di resistere , di dire no. Noi donne abbiamo dentro questa capacità di capire l’ingiustizia. Non lasciamola inespressa, impariamo a rivendicare quello che vogliamo, ma anche a reagire non appena gli altri cercano di convincerci a “tornare nei ranghi”. Nei loro ingiusti ranghi.

Il trauma ha prodotto serie conseguenze sull’anima, ma anche sul fisico di Amani. Una sofferenza che passa attraverso i ricoveri ospedalieri, i distacchi dall’amata figlia Vittoria, ma la forza che da sempre la contraddistingue non è mai venuta meno.

“Siamo tutti vulnerabili, incompiuti, traumatizzati. Ma non siamo macchine e da queste imperfezioni dobbiamo assolverci. non dobbiamo perdere di vista il fatto che la vita offre sempre nuove possibilità. E va affrontata, pronti a ricominciare, a risollevarci.”

Amani El Nasif – SULLA NOSTRA PELLE / SIRIA MON AMOUR – Piemme

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...