Apri gli occhi è già lunedì…

Lunedì, 29 aprile 2019

io porto il tuo cuore…

“io porto il tuo cuore in me (lo porto nel

mio cuore) non lo lascio mai (ovunque

vado tu vai, cara; e quel che faccio

io da solo lo fai tu, tesoro mio)

non temo

fato (tu sei il mio fato, mia dolce) né

voglio il mondo (bella, mio mondo, mia fedele)

tu sei quel che luna sempre fu

e quel che un sole sempre canterà sei tu

qui sta il più grande segreto che nessuno sa

(qui l’intima radice e bocciolo e cielo

di un albero chiamato vita; che cresce

più alto di quanto anima speri e mente

celi) e questa meraviglia regge le stelle

io porto il tuo cuore (lo porto nel mio cuore)

E.E. Cummings -POESIE -Giulio Einaudi Editore

Buon lunedì e buona settimana!

TORTA ALLO YOGURT DI NICOLETTA…

Nicoletta è una mia carissima Amica, che ha mille doti, tra cui quella di cucinare benissimo. Quando i suoi figli erano piccoli, preparava questa torta sovente, perché è un’ottima soluzione per la merenda o la colazione…ed io le “ho rubato” la ricetta!

p.s. Il barattolino dello yogurt è il nostro misurino!

INGREDIENTI

1 yogurt da 125 grammi bianco o alla frutta

3 misurini di farina di farro o semi-integrale

1 misurino di zucchero di canna

1 misurino di olio di semi (io uso il mais)

3 uova

1 bustina di lievito per dolci

la buccia grattugiata di 1 limone

PREPARAZIONE

La preparazione è rapidissima!

Se avete a disposizione un robot da cucina potete versare tutti gli ingredienti insieme ed amalgamare. Oppure si possono versare gli ingredienti in una ciotola ed usare un frullino. Per questa seconda opzione consiglio di montare prima le uova con lo zucchero e poi aggiungere poco per volta tutti gli altri ingredienti. Per una torta ancora più soffice, un misurino di farina può essere sostituito con un misurino di fecola.

Cottura in forno a 180° per 30 – 40 minuti. Vale sempre la prova dello stuzzicadenti per vedere se la torta è cotta!!!

Per rendere la torta ancora più golosa si possono aggiungere delle gocce di cioccolato all’impasto, o una volta cotta può essere tagliata a metà e arricchita con della marmellata a vostro piacimento!


Haiku & brownies…

Mercoledì, 24 aprile 2019

Brownies

Affaticato,

mentre cerco albergo,

mi scopro sotto i fiori di glicine.

Matsuo Basho

Le uova di cioccolato, che hanno rallegrato le nostre tavole nei giorni di Pasqua, possono essere riutilizzate in molti modi.

Io ho iniziato con una golosa colazione a base di brownies! Sono velocissimi da preparare e deliziosi da servire anche come dessert.

Brownies al cioccolato

Ingredienti

180 grammi di cioccolato fondente

90 grammi di burro

90 grammi di zucchero di canna grezzo

90 grammi di farina di farro (o farina zero a seconda delle preferenze)

1 cucchiaino da caffè di lievito per dolci

1 pizzico di sale

Preparazione

Ho sciolto nel forno a microonde il cioccolato fondente insieme al burro.

In un altro recipiente ho montato con il frullatore le uova e lo zucchero e a poco a poco ho aggiunto la farina,il lievito e il sale.

Uniti i due composti, li ho versati in una teglia di ceramica quadrata foderata con carta da forno e li ho cotti nel forno preriscaldato a 180°per 25 / 30 minuti.

Buona giornata!


Apri gli occhi è già lunedì…

Luvertin

Lunedì, 22 aprile 2019 Pasquetta

Oggi è già lunedì, ma forse uno dei più belli dell’anno, quello di Pasquetta.

Tutto pronto per il pique-nique?

Ieri ho fatto una camminata in Alta Langa, lungo il bellissimo sentiero del Cuculo* ed ho raccolto i “luvertin”, i germogli del luppolo selvatico.

La giornata non era splendida, ma l’aria profumava di primavera e la natura che si risveglia è sempre uno spettacolo meraviglioso.

C’erano insetti operosi …

Tarassaco

…ed un esplosione di fiori ovunque!

Profumo di primavera

Ora preparo una saporita frittata con i miei germogli.

Vi lascio di seguito la ricetta e vi auguro una gioiosa Pasquetta!

Frittata di luvertin (luppolo selvatico)

Ingredienti

2 – 3 belle manciate di luvertin

1 pezzetto di aglio tenero (solo se lo si apprezza!)

4 uova intere

1 manciata di parmigiano grattugiato

sale

olio

Preparazione

Pulire e sbollentare le punte dei luvertin (luppolo selvatico).

Rosolarle con l’aglio tenero, unire poi la verdura alle uova sbattute con il parmigiano e un pizzico di sale.

Cuocere la frittata in padella, girarla a metà cottura e servire calda.

Buon appetito!

*Il sentiero del cuculo, si trova nel Comune di Arguello. E’ un percorso ad anello di circa 8 km che si snoda fra boschi e prati. E’ segnalato benissimo, ma vi consiglio come aiuto la cartina “ALTA LANGA 3 VALLI”, dove potrete avere a disposizione oltre 70 km di sentieri in Alta Langa.

Buon cammino!


Haiku e dorayaki

Mercoledì, 17 aprile 2019

Dorayaki al miele

Profumo di giacinti…

Tè al gelsomino…

Dorayaki di farro al miele millefiori…

…ed un haiku per iniziare in piena armonia questa nuova giornata.

“L’allodola

canta per tutto il giorno,

ed il giorno non è lungo abbastanza.”

-Matsuo Basho-

Buon mercoledì!

La “mia versione” dei dorayaki

INGREDIENTI:

120 grammi di farina di farro

3 grammi di lievito per dolci (semplicemente la punta di un cucchiaino da caffè)

90 grammi di latte (si può usare anche l’acqua, ma per colazione o una merenda con il latte sono più appetitosi)

1 uovo

3 cucchiaini di miele millefiori

1 noce di burro o un cucchiaino di olio

PROCEDIMENTO

In una ciotola unisco la farina allo lievito, aggiungo a filo il latte, poi l’uovo e per ultimo il miele. Mescolo il tutto con una frusta, finché ottengo una pastella morbida, ma consistente e soprattutto senza grumi. Mi aiuto con un piccolo mestolo da cucina per versare il composto in un padellino antiaderente che ungo, una volta caldo, con il burro. (Metto una piccolissima noce di burro su un foglio di carta da cucina che utilizzo per ungere la padella). I dorayaki cuociono molto velocemente, guardare le bollicine che si formano in superficie dà un’ottima indicazione per poterli girare e proseguire la cottura anche sull’altro lato, ma infilare una paletta o una forchettina sotto la pastella per vedere se l’impasto non attacca più al padellino, rimane il mio metodo pratico preferito! Io li trovo molto buoni coperti da un velo di miele: giunti qui, però, bisogna solo più lasciare spazio alla fantasia e alla golosità!!!

p.s. Ho scoperto la ricetta dei Dorayaki guardando, alcuni anni fa, un film giapponese
“Le ricette della signora Toku”. Non ho imparato a cucinare la sua straordinaria marmellata di fagioli rossi, però sono rimasta incantata dalla sua dolcissima figura.


Fiori e plumcake

Lo dicono i fiori

Sabato, 13 aprile 2019

L’inverno ha deciso di fare ancora un saluto, prima di lasciarci godere a pieno della primavera.

A noi il compito di scoprire, nascosto fra una goccia e l’altra, il profumo dei fiori e qualcosa che possa illuminarci la giornata.

Io inizio così con una fetta di plumcake di farro profumato agli agrumi e leggendo qualche pagina di questo libro delizioso: “Lo dicono i fiori” di Rosalba Piccinni edito da Vallardi.

Rosalba, o meglio la Cantafiorista, è una donna che ha trasformato le sue passioni per fiori, musica e cucina in un lavoro in cui mette tutta la sua creatività e la sua empatia.

Lavora nel suo vivaio (“I fiori, con le radici, le foglie la terra che mi sporca le mani e mi allarga il cuore”), nel suo ristorante, che è anche un negozio di fiori , “Il Portafiori” e canta jazz…

La Cantafiorista ha il dono speciale di intuire lo stato d’animo delle persone e riesce cantando o facendo parlare i suoi bouquet ad arrivare là dove spesso le parole sole, non possono nulla…

“Le nostre parole sono come i gambi di un bouquet: se continuiamo a incrociarli, a infilarli uno dopo l’altro senza logica, la nostra composizione finirà per spezzarsi quando stringeremo il laccio con più forza”.

Il profumo dei fiori può arrivare anche dalle pagine di un libro… ed il profumo di plumcake dal forno, ecco la ricetta!

PLUMCAKE DI FARRO

INGREDIENTI:

300 grammi di farina di farro

3 uova

200 ml di latte

150 grammi di zucchero di canna

70 ml di olio di mais bio

la buccia grattugiata di 1 arancia e di 1 limone non trattati

1 bustina di lievito per dolci

PROCEDIMENTO

Montare con uno sbattitore elettrico le uova con lo zucchero, aggiungere la buccia grattugiata dei due agrumi (sentirete poi che profumo!), versate a filo il latte e l’olio ed alla fine aggiungete la farina mescolata con il lievito.

Cuocere in forno caldo a 180° gradi per 50 minuti.

Per la cottura vale come sempre la prova stuzzicadenti! Se esce asciutto, il dolce è pronto.

La ricetta è semplice e veloce ed il plumcake coperto di una pellicola si conserva morbido per alcuni giorni.